venerdì 25 gennaio 2013

 
Sexyinthecitymilano?....a casa Claudia Borroni si!.
 
  
 
Dalla televione,  al teatro, passando per le diffusioni radio, sempre con ironia, e sulle note spesso della sua voce, Claudia Borroni, show girl, divenuta nota al grande pubblico grazie a Rocco Tanica col quale duettava in Scorie (Rai2) e per aver interpretato la migliore amicia di Ale e Franz in Buona la Prima (Italia1) inaugura la sua nuova “ rivista on line” : “ Sexyinthecitymilano”.
Presenza la sua nel mondo sia televisivo che web molto amata, sempre discreta ma altrettanto incidente, mai fuori luogo, lontanta dal “ bella che non balla”, Claudia dimostra di “essere sul pezzo”  ritagliandosi una situazione creata ad hoc per interagire ed intrattenere i suoi fan e non solo.
In un momento in cui i social network, e la comunicazione web vengono equiparati, finalmente,  alla carta stampata,  Claudia sposa la causa, ed ecco che la soluzione del “web” si profila come mezzo ottimale, giovane, fresco e dinamico con cui non far cascare in prescrizione il fascicolo della celebrità . 
L'indirizzo giusto quindi è:  www.sexyinthecitymilano.com .
Interessanti rubriche sull’attualità,  sul fitness, sulla bellezza, la cucina, il mondo rosa, ottimi tutorial di make up, e look "low coast" per chi ha voglia di interpretare la moda da star pur non avendo budget da capogiro, e poi ancora il gossip e l’allure dello star system.
Un occhio attento a tutto “ precisa Claudia Borroni, in fibrillazione per l’inaugurazione del suo sito web, in programma per lunedi sera prossimo, il 28 gennaio 2013,  presso il Just Cavalli di Milano, “ per misurarmi in una nuova avventura, quella di “editrice” , alla ricerca delle mode, delle tendenze, per interagire poi anche con le persone che mi seguono e che mi sostengono quotidianamente attraverso i social network ( vi sarà infatti la possibilità di iscriversi gratuitamente così da essere presenze attive e partecipi) che sono sempre tantissime ed alle quali io devo piacevolmente davvero molto“.
Un team di professionisti, nelle varie discipline di competenza, accompagneranno Claudia Borroni in questa sua nuova “web adventures ”… un grande in bocca al lupo & milioni di click.    
 
 
 Deborah Brulard

giovedì 10 gennaio 2013

Lalla's Cake e le sue dolcezze editoriali.


Un tuffo nel mondo zuccheroso del cake design;  a tener per mano le appassionate di quest’arte cosi ricca ed interessante di creatività e positività, una delle più famose sugar artist del panorama italiano: Manuela Blasi, in arte: “Lalla’s Cake”.
 

 
E’ di Eligio Editore, creato in collaborazione con il mensile: “Torte,la rivista dei peccati di gola”, il nuovo completo prontuario di Lalla, dal titolo: “ Il cake design di Lalla” che attraverso ricette, consigli utilissimi, tutorial e conturbanti immagini delle fasi di realizzo, offre al panorama delle cake victim, una guida indispensabile.


Oltre cento pagine patinate per spiegare passo passo sette progetti, dalle curiose identità: La Pirata, Me & Mum, Blackberry jam e Sweet cup cake, che restituiscono appieno l’inconfondibile stile di Lalla.
Un immaginario assolutamente pink, che con dolcezza e sorprendente bravura rapisce anche l’occhio meno interessato.



Con disarmante semplicità,  fatta di intelligenti appunti e riprese fotografiche, Lalla nel suo libro, giuda il principiante ma non solo,  nel mondo del cake designer; fornisce preziosi consigli, senza mai risparmiarsi, trasmettendo appieno la sua manualità e la sua passione per quest’arte.
“ Il Cake design di Lalla” edito da Eligio Editore è acquistabile on line all’indirizzo  www.torteweb.it.
E' anche possibile prenotarlo via mail  all’indirizzo info@torteweb.it,  o per telefono al numero redazionale 06 916 508 990.
Lalla è invece reperibile all’indirizzo web:  www.lallascake.com e sui maggiori social network.            

                                                                                            Deborah Brulard

martedì 8 gennaio 2013

Amazing Massimo Dogliani.



Oltre l’immaginario del lusso inteso come esclusività arriva lui, Massimo Dogliani, eccentrico fashion woman, intrigante stylist, e oggi anche inventore delle “ Sculpture Shoes” .
Ballerino professionista, prima di arrivare alle sue nuove collezioni di scarpe gioiello Massimo Dogliani si abbandona ad una serie di viaggi in giro per il mondo, durante gli anni, in cui matura esperienze, contaminazioni e collaborazioni nel panorama del jet-set internazionale assolutamente degne di nota.





Da sempre amante del  mondo della moda e delle sue evoluzioni aprirà un suo showroom  in quel di Malindi, creerà gioielli, per poi arrivare a Parigi, e poi in Italia con partnership con canali televisivi, locali esteri d’importanza mondiale come l’Amnesia-Space di Ibiza, Massimo per essere ciò che è oggi non si è fatto proprio mancare nulla…leggere la sua biografia equivale per gli addetti ai lavori alla consultazione di un libro sulla storia della moda.
Amo moltissimo quello che faccio; attraverso l’ arte comunico la mia identità, non mi piace essere banale, scontato, quasi prevedibile, lo show business c’è, esiste, ed è quello che in qualche modo dovrebbe sostentarci tutti…ma se posso scelgo sempre il canale dell’arte, ti porta a scoprire mondi unici ”; nell’osservarlo l’allure magica, tipica del glamour è tangibile, anche se  la raffinatezza nel modo di porsi e negli atteggiamenti la fa da padrone.
“ Amazing “ è l’aggettivo internazionale che meglio si addice alle sue nuove creazioni; negli ultimi due anni infatti Massimo Dogliani ha realizzato diverse collezioni di scarpe gioiello.



Il passo della donna dice molto; è una chiave di lettura alla sua personalità; esprime il suo modo di essere e ci fa capire come decide di voler apparire
L’andamento, sia realmente, che concettualmente, ci permette di imporci nell’ambiente a noi circostante, e pensare di poter abbinare a tali azioni opere d’arte apposite mi riempi d’intrigo ed eccitazione”.  
Pellami ricercati, modelli originalissimi, applicazioni di swarovski, piume, perle,  pietre dure, borchie, fiori di seta, fanno delle "Shoes Massimo Dogliani" delle vere opere d’arte artigianale, Massimo segue personalmente la produzione di ciascun esemplare,  uniche nel loro genere e per lo più irripetibili.
Lo "show-biz", e non poteva essere diversamente, si è già accorto di lui e delle sue Sculpture Shoes”; Massimo infatti cura il look di diversi personaggi del mondo dello star system di casa nostra e tra questi ricordiamo le Vj Kris & Kris muse ispiratrici e pioniere del e nel “ Massimo Dogliani Style”.
 ● Per maggiori info e per la consultazione di tutte le collezioni: http://www.massimodogliani.com
                                                                                                     
 Deborah Brulard per Deborah Brulard Communication.




martedì 1 gennaio 2013

L'anno che verrà, che anno sarà?


“ E’ stato n’anno de M : Monti, Merkel, Maya,  li Mortacci loro”  è sicuramente la sintesi più ironica, ed allusiva, che si potesse avere dell’anno appena trascorso.
Cirilli, legato alla Valle d’Aosta dai tempi di Bravo Grazie, intrattiene il pubblico dai microfoni di Carlo Conti; simpatiche, a tratti, irresistibili parodie dello sciatore principiante che si scontra con il milanese griffato, che si alternano a performance musicali, per l’Anno che verrà; trasmissione televisiva che in diretta da Courmayeur  su Rai Uno, ha accompagnato il pubblico, in studio ed a casa, dall’anno vecchio a quello nuovo.
 
 
Oltre il 71% degli italiani ci dicono oggi si è abbandonato ai festeggiamenti casalinghi, tra lo schermo in piazza e quello del salotto, la trasmissione “ l’Anno che verrà” sbaraglia tutti, conquistandosi il titolo di “ trasmissione più vista “ nella notte del Capodanno 2012.
Una cartolina sulla Valle d’Aosta, che riempie d’orgoglio i valdostani; ottimo lavoro dell’Assessorato al Turismo regionale, capitanato dall’instancabile Aurelio Marguerettaz, che ha fatto sistema con il Comune di Courmayeur e la produzione della Rai, per imbastire ancora una volta, un prodotto promozionale mediatico con una risonanza a 360 gradi, per 365 giorni l’anno.
“ Una regione stupenda, con persone meravigliose, che ci hanno accolto con magnifica ospitalità” , è stato questo il commento levatosi quasi all’unisono dalle presenza Vip che hanno animato la serata.
Da Zucchero, a Paul Young, passando per la coppia Gigi D’Alessio, che prima ha duettato con la compagna Anna Tatangelo in versione Belen, e poi con Valeria Marini in collegamento dalla piazza del Capoluogo ( non ci hanno proprio fatto mancare niente, né a Monte, né a Valle!) oltre 50 ospiti hanno calcato il palco omaggiando la Valle d’Aosta.
Tre ore, per arrivare alla mezzanotte, e poi oltre,  di varietà piacevolmente riscoperta come giusta risposta alla crisi;  si è tornati a rispolverare la qualità e il risultato è stato a dir poco soddisfacente.
Cronaca rosa, anzi rossa, che a Capodanno porta bene, dello show business in cornice alpina.
L’augurio più gettonato da Carlo Conti ed i suoi ospiti è stato: “ la salute” ... tanta salute quindi a tutti per l’Anno che verrà…. 

Ed ora mi stacco da cronista, in fondo questo è il mio spazio, per ringraziare pubblicamente Aurelio.
Il suo impegno, la sua interessante attenzione allo sviluppo turistico, le sue giuste idee evolutive, e l’inarrestabile voglia di crescita, stanno finalmente mettendo la corretta luce sulla piccola, ma preziosa, Regione, nella quale sono nata e cresciuta… e cominciare l’anno potendo con orgoglio condividere le bellezze di casa propria è certamente rassicurante quanto salutare….per l’Anno che verrà…
                                                                                                                              Deborah Brulard